LOADING

FotoGenesi

Il giardino di rose

Tanto tempo fa sul Catinaccio (Rosengarten) abitava un popolo di nani, governati da Laurino, un sovrano saggio e buono. La figlia di questi, la bellissima principessa Ladina, aveva un enorme campo di rose che curava assieme al padre. Un giorno passò di lì il principe Latemar, sovrano dell'omonimo monte, che, vedendo il giardino di rose e domandandosi come potesse crescere in un luogo tanto selvaggio e inospitale, decise di avvicinarsi. Vide così la principessa Ladina, intenta come ogni giorno a curare le coloratissime piante, e innamoratosene, la rapì. Quando re Laurino venne a sapere che gli era stata portata via la figlia, che amava più di ogni altra cosa al mondo, pianse tutte le sue lacrime e, prima di morire per il dolore, maledisse i fiori che avevano rivelato la posizione del suo regno e avevano causato il rapimento di Ladina. Poi, dopo aver ordinato che tutte le rose non fiorissero mai più né di giorno né di notte, spirò. Ma nella disperazione si dimenticò dell'aurora e del tramonto, che da allora ammantano i monti di rose colorate, al principio e al termine di ogni giornata.

WHERE | WHEN

WUHNLEGER, TRENTINO ALTO ADIGE | 2011

FOCAL LENGTH | SHUTTER SPEED | APERTURE | ISO

26MM | 1SEC | F13 | ISO100

BUY THIS PHOTO?

SEE OPTIONS