LOADING

Davide Azzetti

Vanitas vanitatum et omnia vanitas

34 photos | Last update 23/01/2020

O Niobe, con che occhi dolenti
vedea io te segnata in su la strada
tra sette e sette tuoi figliuoli spenti!
(Dante, Purgatorio, Canto XII)


Gioiello architettonico che sornione controlla il centro storico della "sua" piccola città.
Edificato nella prima metà del 1700 da una ricca e potente famiglia all'interno di un grande processo di rinnovo e trasformazione urbanistica che interessò il centro urbano.
Purtroppo versa in condizioni di avanzato degrado dopo molti anni di abbandono, ma è ancora in grado di regalare emozioni uniche a chi ne percorre gli spazi in punta di piedi grazie ai suoi ambienti riccamente e finemente affrescati e in particolare con il suo meraviglioso salone con soffitto a volta in cui è rappresentata la storia di una nota figura della mitologia greca.





NOTICE

Per la realizzazione di queste fotografie non è stato infranto l'articolo 614 C.P. in quanto il luogo non è abitato e non è utilizzato per alcun tipo di attività.
La visita è stata fatta nel massimo rispetto della struttura senza arrecare alcun tipo di danno o effrazione e senza alcuna forma di sciacallaggio.





BACK TO DECADENCE